Seleziona una pagina

Italia in Fotografie

Foto dell'Italia scattate durante Passeggiate nelle città Città e borghi d'Italia

Prenota Voli – Voli + Hotel – Noleggio Auto

Attrazioni – Taxi aeroportuali

Prima di prenotare, dai un'occhiata alle seguenti promozioni: – Ottima colazione inclusa – Upgrade della camera gratuito – Cancellazione gratuita – Non è necessario il pagamento anticipato
Paga in struttura - Viaggia Sostenibile Livello 1 – Sconto Genius

Benvenuto in Italia in foto e immergiti nella bellezza mozzafiato di Fano, un'affascinante città nella regione Marche: – Fano è una città costiera e comune nella regione Marche, in Italia, con una popolazione di circa 60.000 persone. È una delle località balneari più antiche e frequentate dell'Adriatico, nonché centro storico e culturale. Fano fu fondata dai Romani nel II secolo aC e prese il nome Fanum Fortunae dal tempio della dea Fortuna. Era un porto e nodo strategico, dove la Via Flaminia proveniente da Roma incontrava la strada costiera. Conserva ancora alcuni notevoli monumenti del suo antico passato, come l'Arco d'Augusto, la Porta Maggiore e le mura romane. Fano possiede anche un ricco patrimonio artistico e architettonico del Medioevo e del Rinascimento, quando fu governata da diversi feudatari, come i Malatesta, i della Rovere e il Papato. Vanta una bellissima cattedrale, uno splendido palazzo di corte, diverse chiese e musei e una galleria d'arte all'aperto. Fano è famosa per il suo carnevale, uno dei più antichi e rinomati d'Italia, risalente al 1347. Presenta carri colorati, maschere, costumi, musica e coriandoli. Ha anche una vivace vita notturna, con molti bar, ristoranti e club. Fano è una meta ideale per chi ama il sole, il mare, la sabbia, la storia, la cultura e il divertimento. È una città che offre qualcosa per tutti e che ti affascinerà con la sua bellezza e ospitalità.

Via IV Novembre è una strada di Fano che va dalla periferia della città fino a Via Monte Grappa (Foto 1-2-3-5) – La Parrocchia Santi Leonardo e Giovanni Bosco è una chiesa parrocchiale di Fano, in Italia, dedicata a San Leonardo di Noblac e San Giovanni Bosco, patroni rispettivamente dei carcerati e dei giovani. La chiesa fu fondata nel 1950 da padre Giuseppe Pizzichini, che volle creare un luogo di culto e di istruzione per i bambini poveri ed emarginati del paese. Ha un'architettura semplice e moderna, con pianta rettangolare e navata unica. La facciata è decorata con un mosaico di Cristo Re, circondato da angeli e santi. L'interno ha un soffitto ligneo e vetrate raffiguranti scene della vita di San Leonardo e San Giovanni Bosco1. (Foto 4) – Via Marcello Negusanti è una strada di Fano che va da Via IV Novembre a Via Garibaldi (Foto 6) – Via Francesco Palazzi è una strada di Fano che va da Via Roma a Via Monte Grappa (Foto 7) – Via Monte Grappa è una via di Fano che va da Via IV Novembre a Via Cavour (Foto 8) – Viale Antonio Gramsci è una via di Fano che va da Via Monte Grappa a Largo di Porta Maggiore (Foto 9) – Viale XII Settembre è una via strada di Fano che va da Viale Antonio Gramsci alla Stazione FS di Fano. Potrai vedere la splendida torre della Chiesa e Convento di San Paterniano. (Foto 10-11-12) – Via F. Cavallotti è una strada di Fano che va da Via Carlo Pisacane a Via Mura Malatestiane (Foto 13-14) – Viale Cesare Battista è una strada di Fano che va da Via F. Cavallotti a Viale Adriatico (Foto 15-16) – Il Lungomare Giovanni Paolo II è il lungomare di Fano Prende il nome da Papa Giovanni Paolo II, che visitò Fano nel 19851. (Foto 17-18-19-20) – Viale Cristoforo Colombo è una strada a Fano che va da Via Arco D'Augusto a Viale Adriatico (Foto 21) – Passeggiata del Lisippo:- Si tratta di una passerella pedonale che corre lungo la spiaggia e offre una vista panoramica sul Mare Adriatico. Ospita anche una statua in bronzo dell'antico scultore greco Lisippo, nato a Fano. (Foto 22-23-24) – Lungomare Mediterraneo:- Questo è un tratto di spiaggia sabbiosa frequentato sia dai turisti che dalla gente del posto. Dispone di numerosi servizi come lettini, ombrelloni, docce e bar. È anche sede di numerosi eventi e festival durante tutto l'anno. (Foto 25) – Via della Marina è una strada di Fano che va da Via della Marina a Viale Adriatico (Foto 26) – Viale Adriatico: Si tratta di una strada che collega il Lungomare Giovanni Paolo II con il centro storico di Fano. Ha molti negozi, ristoranti e hotel lungo i suoi lati. È anche un buon posto per ammirare il tramonto sul mare. (Foto 27-28-29-30)

El pont de Barboncan è un ponte che si trova lungo Via Cesare Simonetti (Foto 31-32) – Via Cairoli è una strada di Fano. Si trova vicino alla spiaggia del Lido, dove potrete godervi il sole e il mare. Prende il nome dal luogotenente di Giuseppe Garibaldi, Francesco Cairoli, che combatté per l’Unità d’Italia. (Foto 33-34-35) – Viale Fratelli Cairoli è una strada di Fano che va da Piazzale Amendola a Via Gaspare Spontini (Foto 36-37) – La Parrocchia Chiesa San Giuseppe al Porto Fano è una chiesa parrocchiale di Fano, che appartiene all'Ordine di Sant'Agostino. Si trova in Viale Fratelli Cairoli 52. La chiesa è dedicata a San Giuseppe, patrono degli operai e dei falegnami. La chiesa fu costruita nel XVIII secolo e ha uno stile barocco. La chiesa è a navata unica con sei cappelle laterali e presbiterio con altare maggiore. La chiesa è dotata anche di un campanile e ad esso annesso un convento. (Foto 37-38) – Via Gentile da Fabriano è una strada di Fano che va da Via Gaspare Spontini a Viale Cesare Battisti (Foto 39-40) – Via Cavour è una strada di Fano che va da Via Monte Grappa a Piazza Antonio Costanzi (Foto 41-43) – Via Vecchia è una strada senza uscita di Fano e si trova lungo Via Cavour (Foto 42) – Via del Vasaro è una strada di Fano che va da Via Malagodi a Via Cavour (Foto 44-45 ) – Via S. Leonardo è una strada di Fano che va da Via Cavour a Via S. Paterniano (Foto 46-47) – Piazza Antonio Costanzi è una piazza di Fano. La piazza è intitolata ad Antonio Costanzi, compositore e musicista nato a Fano nel 1700 e morto a Roma nel 17781. La piazza si trova nel centro storico della città. (Foto 48-52) – Nella piazza troverete la Chiesa di Sant’Antonio Abate che è dedicata a Sant’Antonio Abate, patrono degli animali e dei contadini. La Chiesa di Sant'Antonio Abate è una chiesa a Fano, in Italia, dedicata a Sant'Antonio Abate, patrono degli animali e dei contadini. La chiesa fu originariamente costruita nel 1431, ma fu danneggiata dalle forti piogge nel 1740 e ricostruita nel 1749 dall'architetto Gianfrancesco Buonamici. La chiesa ha pianta ottagonale con unica navata e abside poligonale. La chiesa è dotata anche di un campanile con cuspide. La chiesa fu nuovamente distrutta dai bombardamenti del 1944 e restaurata nel dopoguerra dall'architetto Riccardo Pacini. L'esterno della chiesa presenta un rivestimento pseudogotico aggiunto nel 1922. L'interno della chiesa conserva l'impianto e le decorazioni settecentesche. La chiesa conserva alcuni pregevoli dipinti di artisti locali, come Carlo Magini, Sebastiano Ceccarini e Francesco Pittoni2. Alcuni dipinti raffigurano Sant'Antonio Abate, la Sacra Famiglia e altri santi. La chiesa conserva anche affreschi e sculture in marmo originali o restaurate. (Foto 49-50-51) – Corso G. Matteotti è una strada di Fano ed è una delle vie principali del centro cittadino. Prende il nome da Giacomo Matteotti, un politico socialista italiano assassinato nel 1924 dai fascisti. Ha una lunghezza di circa 1,2 km e si estende da Piazza Antonio Costanzi fino alla rotonda della SS16. È una zona pedonale, dove non sono ammesse le auto, ed è fiancheggiata da negozi, bar e ristoranti. È un luogo popolare tra gente del posto e turisti per passeggiare, fare acquisti e godersi l'atmosfera della città. (Foto 53-54-55-56-64-66-67)

La Fontana della Fortuna è una fontana che ospita una statua in bronzo della dea Fortuna, modellata e fusa nel 1593 dall'artista urbinate Donnino Ambrosi. La fontana presenta una grande vasca con marmi colorati e fu interamente rinnovata nel 1697-99 dall'architetto veneziano Ludovico Torresini. (Foto 57) – Piazza XX Settembre è la piazza principale del centro storico di Fano. La piazza prende il nome dal 20 settembre, data della presa di Roma da parte delle truppe italiane nel 1870, che completò l'Unità d'Italia. La piazza ospita alcuni importanti edifici storici, come il Palazzo del Podestà2, un palazzo del XIV secolo che era la sede del governo locale. Il palazzo fu ribattezzato Palazzo della Ragione nel XV secolo, quando divenne una corte di giustizia. Il palazzo è oggi il Teatro della Fortuna, un teatro che ospita diversi spettacoli ed eventi. La facciata del palazzo è in stile romanico-gotico mentre l'interno è in stile neoclassico. Un'aggiunta ottocentesca è il merlo merlato. All'esterno è presente la torre civica, ricostruita nel dopoguerra al posto del vecchio campanile. (Foto 58-59-63) – La Chiesa di San Silvestro Fano è una chiesa di Fano, che si trova in Piazza XX Settembre. È dedicata a San Silvestro, il papa che battezzò Costantino il Grande. La chiesa ha una storia lunga e interessante, risalente al XV secolo. La chiesa fu originariamente costruita nel 1431, ma fu danneggiata dalle forti piogge nel 1740 e ricostruita nel 1749 dall'architetto Gianfrancesco Buonamici. La chiesa ha pianta ottagonale con unica navata e abside poligonale. La chiesa è dotata anche di un campanile con cuspide. La chiesa fu nuovamente distrutta dai bombardamenti del 1944 e restaurata nel dopoguerra dall'architetto Riccardo Pacini. L'esterno della chiesa presenta un rivestimento pseudogotico aggiunto nel 1922. L'interno della chiesa conserva l'impianto e le decorazioni settecentesche. La chiesa conserva alcuni pregevoli dipinti di artisti locali, come Carlo Magini, Sebastiano Ceccarini e Francesco Pittoni. Alcuni dipinti raffigurano Sant'Antonio Abate, la Sacra Famiglia e altri santi. La chiesa conserva anche affreschi e sculture in marmo originali o restaurate. (Foto 59-60-61-62)

I Giardini Pier Maria Amiani Fano sono giardini pubblici a Fano. Prendono il nome da Pier Maria Amiani, storico e politico locale che nel XVIII secolo scrisse le Memorie istoriche della città di Fano. I giardini si trovano vicino a Piazza Pier Maria Amiani, una piazza che ha un giardino di sculture e una fontana. I giardini sono un bel posto per rilassarsi e godersi la natura. (Foto 68) – Via Arco D’Augusto Fano è una strada di Fano, che va da Via Dè Martinozzi alla rotatoria sulla SS16. Prende il nome dall'Arco d'Augusto, monumento romano che segna l'ingresso alla città dall'antica Via Flaminia1. Ecco alcuni dettagli su Via Arco D’Augusto Fano. (Foto 69-70-71-72-84-85) – Lungo questa strada troverete la Cattedrale di Santa Maria Assunta. La Cattedrale di Santa Maria Assunta è la chiesa principale di Fano. È anche la chiesa madre della diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola. Fu costruita nel XII secolo in stile romanico, in sostituzione di una chiesa più antica, distrutta da un incendio nel 1124. Presenta un interno a tre navate con otto cappelle, una grande abside centrale e un campanile moderno. Fu elevata al rango di basilica minore da Papa Pio XII nel 1953. La facciata, che ha forma triangolare ed è divisa in tre parti da lesene. La parte centrale presenta un bel portale con decorazioni scultoree e soprastante un rosone. Le parti laterali presentano finte arcate con piccole finestre. Il pulpito, ricomposto nella prima metà del XX secolo utilizzando vari elementi murati o sparsi nel palazzo vescovile. Ha pannelli scolpiti raffiguranti scene della vita di Cristo e dei quattro evangelisti. La Cappella Nolfi, costruita nel XVII secolo dalla nobile famiglia dei Nolfi. Ha una ricca decorazione barocca con marmi, stucchi e dipinti. Sull'altare maggiore è conservata la tela dell'Assunzione di Maria di Guido Reni. Il campanile, ricostruito dopo che il precedente fu demolito dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Sorge sulla base dell'antica torre detta “Belisario”, che prende il nome dal generale bizantino che difese Fano dai Goti nel VI secolo. (Foto 71) – Via Guido del Cassero è una strada di Fano che va da Via Paoli a Via Montevecchio (Foto 73) – Via Montevecchio è una strada di Fano che va da Viale Antonio Gramsci a Via Mura Malatestiane (Foto 74)

L'Ex Chiesa di Santa Maria del Suffragio è un'antica chiesa di Fano, in Italia, costruita nel XVI secolo e successivamente divenuta sede della Venerabile Confraternita di Santa Maria del Suffragio, associazione di fedeli dediti alla preghiera per le anime in purgatorio. La chiesa ha un esterno semplice con facciata triangolare e campanile in stile barocco. L'interno è riccamente decorato con stucchi, dipinti e sculture, soprattutto nella Cappella Nolfi, aggiunta nel XVII secolo da una famiglia nobile. La chiesa conserva anche alcune reliquie di santi e martiri, come il teschio di San Fortunato e il braccio di San Severino. (Foto 74-75-76-77) – La piazza “Pincio” a Fano è un piccolo e grazioso spazio pubblico nel centro storico della città, vicino all'Arco di Augusto e alla Pincio Charminghouse. Prende il nome dal colle Pincio a Roma, dove l'antica aristocrazia romana aveva le proprie ville. La piazza ha una fontana, una statua di Papa Pio IX e alcune panchine dove è possibile rilassarsi e godersi la vista del centro storico. La piazza è inoltre circondata da alcuni eleganti edifici, come il Palazzo del Podestà, il Palazzo della Ragione e il Palazzo del Monte di Pietà. La piazza è un punto d'incontro popolare per locali e turisti, soprattutto durante feste ed eventi. – Via Palazzi Gisberti è una strada di Fano che va da Vicolo Alavolini a Via Arco D'Augusto (Foto 78) –  (Foto 79-80-81-82-83) – L'Arco di Augusto a Fano è una porta della città nel forma di arco trionfale a tre volte. Fu costruito dall'imperatore Augusto nel 9 d.C. per commemorare la sua vittoria sul generale cartaginese Asdrubale Barca nella battaglia del Metauro durante la seconda guerra punica. È uno dei simboli della città e l'ingresso alla città attraverso l'antica Via Flaminia. L'arco presenta una facciata triangolare divisa in tre parti da lesene. La parte centrale presenta un portale con decorazioni scultoree e soprastante un rosone. Le parti laterali presentano finte arcate con piccole finestre. L'arco era originariamente sormontato da un ampio attico con sette finestre ad arco e otto pseudocolonne, ma fu distrutto dalle artiglierie di Federico da Montefeltro nel 1463 durante l'assedio di Fano. I frammenti caduti furono riutilizzati nella costruzione dell'adiacente chiesa e loggia di San Michele, che presenta sulla facciata un bassorilievo dell'aspetto originario dell'arco. (Foto 83) – Via XXIV Maggio è una strada di Fano che va da Corso Giacomo Matteotti a Corso Giacomo Matteotti (Foto 86) – Via Giulio Cesare è una strada di Fano che va da Via della Fortezza a Corso Giacomo Matteotti (Foto 87) – Viale Nazario Sauro è una strada di Fano che va da Viale Adriatico a Viale Antonio Gramsci (Foto 88) – Il Canale Albani è un canale artificiale che attraversa il territorio di Fano per circa 10 km. Fu costruito nel XVII secolo dalla famiglia Albani, proprietaria di terreni e mulini lungo il canale. Ha origine dalla sponda nord del fiume Metauro, dal quale si separa grazie ad uno sbarramento che ne regola il flusso d'acqua. Corre parallelo al fiume per circa 3,5 km, poi devia verso il centro cittadino di Fano, che lo attraversa interamente. Termina nel bacino Borghese, la parte più interna del porto di Fano. (Foto 89-90-91)

Via Mura Augustee è una strada di Fano, che costeggia le antiche mura romane fatte costruire dall'imperatore Augusto nel I secolo d.C. Le mura erano originariamente lunghe 1760 metri e avevano 28 torri cilindriche e due porte: l'Arco di Augusto e la Porta della Mandria. Le mura furono danneggiate e in parte demolite nel corso dei secoli, soprattutto durante la guerra tra Bizantini e Goti nel VI secolo e l'assedio di Fano da parte di Federico da Montefeltro nel XV secolo. Oggi è visibile solo circa un terzo del perimetro originario, prevalentemente sul lato nord della città. Le murature sono realizzate in opus vittatum, tecnica che utilizza strati orizzontali di blocchi di pietra, e opus cementicium, una miscela di malta e scaglie di pietra. Le mura sono un simbolo della storia di Fano e un notevole esempio di architettura romana (Foto 92-93-95) -Viale Buozzi è una strada di Fano che va da Viale Antonio Gramsci a Via Monteschiantello (Foto 94) – Via della Mandria è una strada di Fano che va da Via Rinalducci a Via Mura Augustee (Foto 96)

Cucina di Fano:- Fano è una città italiana delle Marche, famosa per le sue attrazioni balneari e i monumenti storici. Fano ha anche una ricca tradizione culinaria, influenzata sia dal mare che dalla terra. Ecco alcuni dei cibi locali che devi provare a Fano:-Moretta fanese:- Questa è una bevanda calda a base di caffè, scorza di limone e una miscela di brandy, rum e liquore all'anice. Si dice che abbia avuto origine tra i marinai e i pescatori che lo bevevano prima di andare in mare. La Moretta fanese viene solitamente servita in bicchierini, con uno strato di liquore, caffè e schiuma visibile. – Brodetto fanese: – Si tratta di uno spezzatino di mare a base di cipolla, pomodori, aceto di vino bianco, olio d'oliva e vari tipi di pesce e crostacei, come calamari, rana pescatrice, triglie, canocchie, gamberi, cozze e vongole. Il brodo viene addensato con concentrato di pomodoro e condito con sale e pepe. Il brodetto fanese è un piatto tradizionale di Fano, spesso servito con pane o polenta. – Cartoceto:- Si tratta di un olio extra vergine di oliva di alta qualità prodotto nella zona di Cartoceto, vicino a Fano. È ottenuto da un blend di olive Leccino, Frantoio e Raggiola, che gli conferiscono un sapore fruttato e piccante. L'olio di Cartoceto ha una lunga storia di produzione che risale al XIII secolo. Viene utilizzato per condire insalate, verdure, zuppe e bruschette. – Casciotta d’Urbino:- Questo è un formaggio semimolle ottenuto da una miscela di latte di pecora e latte di mucca. Ha una consistenza friabile e un sapore dolce e nocciolato. La Casciotta d'Urbino viene prodotta solo tra aprile e settembre e stagionata per circa 20-30 giorni. È un formaggio versatile che può essere abbinato a vini leggeri e gustato in diversi piatti, come la Crescia Sfogliata di Urbino, un tipo di focaccia ripiena di salumi e rucola. -Brodetto fanese:- Si tratta di uno spezzatino di mare a base di cipolla, pomodori, aceto di vino bianco, olio d'oliva e vari tipi di pesce e crostacei, come calamari, rana pescatrice, triglie, canocchie, gamberi, cozze e vongole. Il brodo viene addensato con concentrato di pomodoro e condito con sale e pepe. Il brodetto fanese è un piatto tradizionale di Fano, spesso servito con pane o polenta.

nuvole coperte 13° C 12° C | 15° C 3.09 m/s 90 % 1010 hPa

Galleria fotografica della Passeggiata 1 – Via IV Novembre fino al Lungomare Giovanni Paolo II
Circa 2,15 km – 1,34 miglia

La passeggiata inizia in Via IV Novembre – Parrocchia Santi Leonardo e Giovanni Bosco, Via IV Novembre – Via IV Novembre – Via Marcello Negusanti – Via IV Novembre – Via Francesco Palazzi -Via Monte Grappa – Viale XII Settembre – Via F. Cavallotti – Viale Cesare Battisti – Lungomare Giovanni Paolo II

Galleria fotografica della Passeggiata 2 – Viale Cristoforo Colombo fino a Via Gentile da Fabriano
Circa 2,53 km – 1,57 miglia

La passeggiata inizia in Viale Cristoforo Colombo – Passeggiata del Lisippo – torna a Lungomare Mediterraneo – Viale Adriatico – Via della Marina – Viale Nazario Sauro – El pont de Barbon, Via Cesare Simonetti – Via Cairoli – Via Trento – Viale Trieste – Viale Fratelli Cairoli – Parrocchia Chiesa San Giuseppe al Porto – Fano, Viale Fratelli Cairoli – Via Gentile da Fabriano

Galleria fotografica della Passeggiata 3  – Via Cavour ai Giardini Pier Maria Amiani 
Circa 0,97 km – 0,60 miglia

La passeggiata inizia in Via Cavour -Via Vecchia – Via del Vasaro – Via S. Leonardo – Chiesa Ortodossa di S. Antonio Abate, Piazza Antonio Costanzi – Piazza Antonio Costanzi – Corso G. Matteotti – Via Bonaccorsi – Chiesa di San Tommaso, Corso G Matteotti – Statua della Fortuna, Piazza XX Settembre – Chiesa di San Silvestro (o Madonna di Piazza), Piazza XX Settembre – Corso G. Matteotti – Via Montevecchio – Corso G. Matteotti – Giardini Pier Maria Amiani

Galleria fotografica della Passeggiata 4  – Da Via Arco D'Augusto a Via della Mandria
Circa 1,83 km – 1,14 miglia

La passeggiata inizia in Via Arco D'Augusto – Via Guido del Cassero – Via Montevecchio – Ex Chiesa di Santa Maria del Suffragio – Via Palazzi Gisberti – Pincio – Arco d'AugustoVia Arco D'Augusto  – Corso G. Matteotti – Via XXIV Maggio – Via Giulio Cesare – Viale Nazario Sauro – Via Mura Augustee – Viale Buozzi – Via della Mandria